Analisi sui rifiuti

Per la caratterizzazione del rifiuto in base al ciclo produttivo di provenienza, l’analisi di classificazione, l’identificazione classi di pericolo e obblighi per il deposito temporaneo.

 

È compito del produttore classificare correttamente i rifiuti prodotti. Energiaambiente assiste il cliente per:

  • Identificare e caratterizzare il rifiuto in base al ciclo produttivo di provenienza e alle schede di sicurezza dei prodotti in uso (attribuzione codice CER)
  • Campionamento, analisi di classificazione del rifiuto e relativa identificazione delle eventuali classi di pericolo
  • Identificazione degli obblighi per il deposito temporaneo

 

Quando è necessario analizzare il rifiuto prodotto?

Il rifiuto ai fini della classificazione deve essere analizzato in occasione della prima produzione. La normativa non prevede una frequenza specifica per eseguire questo tipo di analisi (eventuali prescrizioni devono comunque essere verificate sulle proprie autorizzazioni).  Le analisi per la classificazione vanno sicuramente rifatte in occasione di modifiche al ciclo produttivo che origina il rifiuto stesso o in occasione di modifiche della normativa.

Ai fini dello smaltimento sono invece previsti maggiori controlli analitici, la cui frequenza è in funzione delle richieste, definite in autorizzazione, per lo smaltitore stesso. Le stesse sono pertanto obblighi di legge per le varie figure coinvolte nella movimentazione dei rifiuti.

La struttura e la strumentazione del laboratorio di Energiambiente garantiscono controlli analitici su un numero significativo di matrici differenti. Le matrici da analizzare si possono così riassumere:

  • ACQUE:acque potabili, acque minerali, acque di falda, acque superficiali, acque di scarico (industriali, meteoriche, assimilabili alle domestiche).
  • RIFIUTI e TERRENI: analisi di caratterizzazione dei rifiuti ai fini classificazione e dello smaltimento. Analisi del rifiuto e del terreno tal quale e analisi dei relativi eluati. Analisi fanghi.
  • AMBIENTI DI LAVORO:aria ambiente e superfici di lavoro.
  • ATMOSFERA:emissioni convogliate e monitoraggio qualità dell’aria. Il monitoraggio può essere eseguito campionando direttamente l’aria o determinate matrici rappresentative di eventuali inquinanti, traccianti.
  • ALIMENTI e CARCASSE:vengono proposti specifici piani analitici e la redazione del manuale di autocontrollo.
  • PRODOTTI/MATERIE PRIME SECONDARIE/SOTTOPRODOTTI:analisi di controllo qualità secondo le specifiche del cliente e analisi di compatibilità dei prodotti/articoli ai Regolamenti Comunitari. Valutazione dell’eventuale presenza di sostanze soggette a particolari restrizioni.

 

EnergiAmbiente svolge, rispetto alla matrice acqua, numerose attività sulle quali ha maturato consolidate esperienze analitiche, progettuali e di trattamento. Le tipologie di acqua analizzate sono:

  • le acque superficiali e sotterranee
  • le acque a uso potabile e industriale
  • le acque reflue decadenti dai siti produttivi e residenziali
  • le acque reflue urbane
  • le acque meteoriche

Per il campionamento sono disponibili campionatori automatici, refrigerati, sequenziali in grado di prelevare le acque in funzione della portata o delle precipitazioni, campionatori per acque sotterranee e sonde multi-parametriche.

EnergiAmbiente una volta caratterizzata la qualità dell’acqua è in grado di fornire al cliente tutte le informazioni di carattere tecnologico per l’ottimale utilizzo della risorsa idrica ai fini potabili, agricoli e industriali.